martedì 25 dicembre 2012

sabato 15 dicembre 2012

III DOMENICA DI AVVENTO - FESTA LITURGICA DI SAN MACARIO ABATE

Il Busto Argenteo di San Macario Abate nella Cappella rurale a Lui dedicata.


DOMENICA 16 DICEMBRE, FESTA LITURGICA DEL NOSTRO PATRONO SAN MACARIO ABATE


Il Vangelo della Domenica
Dal Vangelo secondo Luca:
In quel tempo, le folle interrogavano Giovanni, dicendo: «Che cosa dobbiamo fare?». Rispondeva loro: «Chi ha due tuniche, ne dia a chi non ne ha, e chi ha da mangiare, faccia altrettanto». 
Vennero anche dei pubblicani a farsi battezzare e gli chiesero: «Maestro, che cosa dobbiamo fare?». Ed egli disse loro: «Non esigete nulla di più di quanto vi è stato fissato». 
Lo interrogavano anche alcuni soldati: «E noi, che cosa dobbiamo fare?». Rispose loro: «Non maltrattate e non estorcete niente a nessuno; accontentatevi delle vostre paghe».
Poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Tiene in mano la pala per pulire la sua aia e per raccogliere il frumento nel suo granaio; ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile». Con molte altre esortazioni Giovanni evangelizzava il popolo.


AVVISI:

  • Dalle ore 15.00 alle ore 18.00 di Domenica 16, visita al cantiere della restauranda Cappella rurale di San Macario con i nuovi pannelli maiolicati.
  • Alle ore 19.30 di Domenica 16, in Chiesa Madre, tavola rotonda con la presentazione dei documenti dell'Archivio Parrocchiale.





domenica 9 dicembre 2012

TRIDUO IN ONORE DI SANTA LUCIA

 
Giovedi 13 Dicembre, alle ore 18,00, Celebrazione Eucaristica in onore di Santa Lucia  e a seguire Processione per le vie del paese.
Nei tre giorni antecedenti alla Festa, nella Santa Messa Vespertina sarà celebraato il Triduo in Suo onore.

venerdì 7 dicembre 2012

IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA



Dal Vangelo secondo Luca:
In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio». 
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.


Breve riflessione: dai «Discorsi» di sant'Anselmo, vescovo:
 Per la pienezza della tua grazia anche le creature che erano negl'inferi si rallegrano nella gioia di essere liberate, e quelle che sono sulla terra gioiscono di essere rinnovate. Invero per il medesimo glorioso figlio della tua gloriosa verginità, esultano, liberati dalla loro prigionia, tutti i giusti che sono morti prima della sua morte vivificatrice, e gli angeli si rallegrano perché è rifatta nuova la loro città diroccata.
    O donna piena e sovrabbondante di grazia, ogni creatura rinverdisce inondata dal traboccare della tua pienezza. O vergine benedetta e più che benedetta, per la cui benedizione ogni creatura è benedetta dal suo Creatore, e il Creatore è benedetto da ogni creatura.
    A Maria Dio diede il Figlio suo unico che aveva generato dal suo seno uguale a se stesso e che amava come se stesso, e da Maria plasmò il Figlio, non un altro, ma il medesimo, in modo che secondo la natura fosse l'unico e medesimo figlio comune di Dio e di Maria. Dio creò ogni creatura, e Maria generò Dio: Dio che aveva creato ogni cosa, si fece lui stesso creatura di Maria, e ha ricreato così tutto quello che aveva creato. E mentre aveva potuto creare tutte le cose dal nulla, dopo la loro rovina non volle restaurarle senza Maria.
    Dio dunque è il padre delle cose create, Maria la madre delle cose ricreate. Dio è padre della fondazione del mondo, Maria la madre della sua riparazione, poiché Dio ha generato colui per mezzo del quale tutto è stato fatto, e Maria ha partorito colui per opera del quale tutte le cose sono state salvate. Dio ha generato colui senza del quale niente assolutamente è, e Maria ha partorito colui senza del quale niente è bene.
    Davvero con te è il Signore che volle che tutte le creature, e lui stesso insieme, dovessero tanto a te.


AVVISO: Le Sante Messe di Sabato 8 Dicembre, saranno celebrate nello stesso orario della Domenica.
Nella Celebrazione Eucaristica delle ore 18.00, ci sarà la benedizione del nuovo anno associativo dell'Azione Cattolica Parrocchiale. 


mercoledì 5 dicembre 2012

FESTA DELL' AZIONE CATTOLICA

Sabato 8 Dicembre, solennità dell'Immacolata Concezione, come da tradizione, la Celebrazione Eucaristica delle ore 18,00 benedirà il nuovo anno associativo dell'Azione Cattolica nella nostra Parrocchia. Tutti gli iscritti e chi volesse iscrivervi è invitato alla Celebrazione. Prima e dopo la Celebrazione sarà possibile iscriversi o rinnovare l'iscrizione.

martedì 27 novembre 2012

II° ANNIVERSARIO DELL'INCORONAZIONE DELLA MADONNA DELLA CONSOLAZIONE


 

Sabato 1 Dicembre alle ore 18.00, in occasione del secondo anniversario dell'Incoronazione della statua della Madonna della Consolazione da parte di Benedetto XVI in Vaticano, nella Chiesa della Consolazione ci sarà una Solenne Celebrazione Eucaristica per ricordare l'evento.
Alla fine della Celebrazione ci sarà una breve processione intorno alla Chiesa.
Nel contesto sarà benedetta la nuova vetrata istoriata, il restauro del cancello e del grande portone, e della statua della Madonna di Lourdes con S.Bernadette.
Si annuncia che dal prossimo anno 2013, la Chiesa della Consolazione sarà elevata a Santuario.

giovedì 22 novembre 2012

CELEBRAZIONE DELLA VIRGO FIDELIS

Domenica 25 Novembre, alle ore 18.00, Celebrazione Eucaristica in onore della Virgo Fidelis (Patrona dell'Arma dei Carabinieri) con tutti i Carabinieri della Valle del Sele.

sabato 17 novembre 2012

"TRANSFORMAT"

Sabato 17 Novembre, alle ore 20,30, i ragazzi dell'Oratorio Don Bosco terranno la parodia "Transformat".
Lo spettacolo si terrà nell'Auditorium Comunale. Non mancate!

venerdì 9 novembre 2012

SPETTACOLO TEATRALE

Sabato 10 Novembre, alle ore 20.30, presso l'Auditorium Comunale, i ragazzi dell'Oratorio Don Bosco metteranno in scena uno spettacolo teatrale sulla vita di San Gerardo Maiella.
Non mancate!

domenica 28 ottobre 2012

FESTA DI TUTTI I SANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI

GIOVEDI 1° NOVEMBRE, FESTA DI TUTTI I SANTI
ore 9.00 - ore 11.00: Celebrazione Eucaristica
ore 15.30: Raduno in località Ausiana dei mezzi agricoli
ore 16.00: Corteo dei mezzi agricoli per le vie cittadine
ore 17.00: Benedizione dei mezzi agricoli in piazza Europa
ore 18.00: Celebrazione Eucaristica con Benedizione delle sementi.



VENERDI 2° NOVEMBRE, COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI
ore  9.00: Celebrazione Eucaristica Madonna di Loreto
ore 10.15: Partendo dalla Chiesa Madre, corteo orante per il cimitero
ore 11.00: Celebrazione Eucaristica all'Ossario
ore 17.00: Adorazione Eucaristica
ore 18.00: Celebrazione Eucaristica in Chiesa Madre

AVVISO

Da Lunedi 29 Ottobre, la Santa Messa Vespertina è anticipata alle ore 18.00, sia nei giorni feriali che nei festivi.

venerdì 19 ottobre 2012

INIZIO CATECHISMO

Sabato 20 Ottobre, Chiesa Madre:
ore 15.30: Catechismo scuole elementari

ore 16.30: Catechismo scuole medie

martedì 16 ottobre 2012

PELLEGRINAGGIO A LORETO

La statua della Mdonna di Loreto della nostra Parrocchia sarà portata in pellegrinaggio a Loreto nel Santuario della Santa Casa.

mercoledì 10 ottobre 2012

ISCRIZIONE CATECHISMO

Sabato 13 Ottobre, alle ore 15.30, avra' inizio l'anno catechistico.
Per le iscrizioni rivolgersi all'Ufficio Parrocchiale.
La Festa di inizio anno si terrà nella palestra comunale nell'orario indicato sopra.

mercoledì 3 ottobre 2012

FESTA DI SAN FRANCESCO D'ASSISI


 

Giovedi 4 Ottobre, alle ore 18.00 la Celebrazione Eucaristica si terrà nella Parrocchia di S.Francesco d'Assisi in località Ponte Oliveto e a conclusione della Santa Messa ci sarà la Processione.
In Chiesa Madre non ci saranno Celebrazioni

mercoledì 26 settembre 2012


       1° CONVEGNO PASTORALE PARROCCHIALE 
                  1-3 Ottobre 2012 - Chiesa Madre -        

TEMA DEL CONVEGNO:
"Dalla fede alla vita, dalla vita alla fede: Oliveto Citra riparte da Cristo."

PROPOSTA FORMATIVA –OBIETTIVO:
Programmare la vita parrocchiale riscoprendo la necessità di radicarsi in Cristo per offrire al territorio una risposta alla problematicità e alle aspettative ripartendo dal Vangelo. Favorire, quindi, una proposta di fede che parta dalle speranze e dalle ansie del territorio, particolarmente della famiglia.

DESTINTARI:
Ogni uomo o donna di buona volontà, famiglie, operatori pastorali, membri dell’abito culturale, sociale, associativo, sportivo, economico e politico.

LINEE GUIDA:
Testi del Concilio Ecumenico Vaticano II; Piano Pastorale Diocesano.

ORGANIZZAZIONE PRATICA:

1 GIORNO:
20:00  Preghiera d’apertura
20:15-21:00  Relazione del parroco.  Analisi della realtà pastorale della parrocchia; riflessioni, problemi e prospettive partendo dal Concilio Vaticano II.
-          Coffee break
21:10-22:00 Dibattito sulla relazione per raccogliere spunti, proposte e riflessioni circa la vita della comunità.
Preghiera conclusiva.

2 GIORNO:
 20:00  Preghiera d’apertura
20:15-21:00 Relazione del parroco da parte di un relatore- Rappresentante Concilio Vaticano II- Parrocchia in un mondo che cambia
-          Coffee break
21:10-22:00 Dibattito sulla relazione per raccogliere spunti, proposte e riflessioni circa la vita della comunità.
Preghiera conclusiva.

3 GIORNO:
20:00 Preghiera di apertura
20:15-21:00 Presentazione del Piano Pastorale 2012/2013
21:00 Consegna del Piano Pastorale
21:15 Preghiera conclusiva


LA RIFLESSIONE PER L’ATTUAZIONE DEL PROGETTO PASTORALE PARROCCHIALE è AFFIDATA AL COSTITUENDO CONSIGLIO PASTORALE     

sabato 1 settembre 2012

PEREGRINATIO DI SAN MACARIO ABATE PER L'ITALIA

Il Busto Argenteo del Nostro Patrono all'Altare della Cattedra - Vaticano, 2 Maggio 2012 -
SAN MACARIO VISITA I SUOI FIGLI IN CLIVIO ED IMOLA
PROGRAMMA
3 SETTEMBRE:
ore   6.00: Il Simulacro parte dalla Chiesa Madre di Oliveto Citra
ore 18.00: Arrivo presso la "Parrocchia Santi Pietro e Paolo" in Clivio
La Sacra Icona resterà a disposizione di quanti vorranno venerarla.

4SETTEMBRE:
ore 20.00: Santo Rosario Animato
ore 20.30: Solenne Celebrazione Eucaristica con affidamento a S.Macario
0re 21.30: Proiezione del video della Benedizione di S.Macario Abate da parte di Sua Santità Benedetto XVI.

5 SETTEMBRE:
ore   8.00: Partenza da Clivio
ore 12.00: Arrivo presso il "Santuario della Beata Vergine del Piratello" in Imola
La Sacra Icona resterà a disposizione di quanti vorranno venerarla.
ore 20.00: Santo Rosario Animato
ore 20.30: Solenne Celebrazione Eucaristica con affidamento a S.Macario
0re 21.30: Proiezione del video della Benedizione di S.Macario Abate da parte di Sua Santità Benedetto XVI.


6 SETTEMBRE:
ore 20.00: Santo Rosario Animato
ore 20.30: Solenne Celebrazione Eucaristica con affidamento a S.Macario
0re 21.30: Proiezione del video della Benedizione di S.Macario Abate da parte di Sua Santità Benedetto XVI.


"Un grande ringraziamento a quanti hanno reso possibile questo momento di spiritualità, particolarmente ai parroci di Clivio ed Imola, che hanno accolto con entusiasmo il nostro invito. Vi benedico con affetto!" 
                                                                                 Don Luigi Piccolo

martedì 14 agosto 2012

ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA



Dal Vangelo secondo Luca:
In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. 
Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. 
Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».
Allora Maria disse: 
«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome;
di generazione in generazione la sua misericordia
per quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva detto ai nostri padri,
per Abramo e la sua discendenza, per sempre».
Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.


Orario Celebrazioni Mercoledi 15 Agosto:
ore   9.00: Celebrazione Eucaristica in Chiesa Madre
ore 12.00: Celebrazione Eucaristica sull' Altopiano Canale
0re 19.00: Celebrazione Eucaristica nella Chiesa della Madonna della Consolazione (Piceglia)

sabato 14 luglio 2012

"ORATORIO S.GIOVANNI BOSCO"

 PROGRAMMA ESTATE RAGAZZI 2012

"Se vuoi farti buono, pratica queste tre cose e tutto andrà bene: allegria, studio, preghiera. E' questo il grande programma , il quale praticando, tu potrai vivere felice, e fare molto bene all'anima tua."(Don Bosco)

·         PIGIAMA E NUTELLA PARTY
11 Luglio – ore 21.00 - Auditorium Comunale
·         CINEMA SOTTO LE STELLE
12 Luglio – ore 20.30 – Oasi Parrocchiale
·         SCACCHI UMANI
14 Luglio – ore 19.30 – Piazza Monumento
·         TERZO ANNIVERSARIO DELL’ORATORIO (con serata crepes alla nutella)
16 Luglio – ore 18.00 – Oratorio ed Oasi Parrocchiale
·         TORNEO PING PONG, PLAY STATION, CALCIO BALILLA
18,19,20 Luglio – ore 17.00 - Oratorio ed Oasi Parrocchiale
·         PARODIA “I MIGLIORI ANNI”
22 Luglio – ore 20.30 – Piazza Garibaldi
·         MINIOLIMPIADI PARROCCHIALI
23,24,25 Luglio – ore 16.00
TENNIS: Terme Cappetta;
RUGBY: Campo Sportivo;
MARATONA: Vie del Paese.
·         CINEMA SOTTO LE STELLE
26 Luglio – ore 20.30 – Oasi Parrocchiale
·         CAMPO SCUOLA
31 Luglio – 5 Agosto – Santa Maria di Castellabate
·         GRANDI GIOCHI
7,8 Agosto – ore 16.00 – Campo Sportivo
·         CINEMA SOTTO LE STELLE
9 Agosto – ore 20.30 – Oasi Parrocchiale
·         SAGGI D’ARTE
13 Agosto – ore 20.00 – Oasi Parrocchiale
·         GIOCHI SULLA SABBIA
17,18 Agosto – ore 15.30 – Parrocchia S.Francesco d’Assisi (loc.Bagni)
·         PARODIA “SARABANDA”
20 Agosto – ore 20.30 – piazza Garibaldi
·         CACCIA AL TESORO
28 Agosto – ore 9.00 – piazza Monumento
·         CINEMA SOTTO LE STELLE
30 Agosto – ore 20.30 – Oasi Parrocchiale
·         TORNEO DELLE CONTRADE
3,4,5 Settembre – ore 15.30 – La Varchera
·         SALSICCIATA E MELONATA
7 Settembre – ore 20.30 – Oasi Parrocchiale

PER LE ISCRIZIONI RIVOLGERSI ALL'UFFICIO PARROCCHIALE

sabato 23 giugno 2012

NATIVITA' DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Il Vangelo della Domenica
The Birth of St. John the Baptist
Artemisia Gentileschi - Nascita di San Giovanni Battista
Dal Vangelo secondo Luca:
Per Elisabetta si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei.
Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccarìa. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». Le dissero: «Non c’è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome». 
Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. All’istante si aprirono la sua bocca e la sua lingua, e parlava benedicendo Dio. 
Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose. Tutti coloro che le udivano, le custodivano in cuor loro, dicendo: «Che sarà mai questo bambino?». E davvero la mano del Signore era con lui.
Il bambino cresceva e si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua manifestazione a Israele.





Breve riflessione: dai "Discorsi" di S.Agostino, vescovo:
 La Chiesa festeggia la natività di Giovanni, attribuendole un particolare carattere sacro. Di nessun santo, infatti, noi celebriamo solennemente il giorno natalizio; celebriamo invece quello di Giovanni e quello di Cristo. Giovanni però nasce da una donna avanzata in età e già sfiorita. Cristo nasce da una giovinetta vergine. Il padre non presta fede all'annunzio sulla nascita futura di Giovanni e diventa muto. La Vergine crede che Cristo nascerà da lei e lo concepisce nella fede.
    Sembra che Giovanni sia posto come un confine fra due Testamenti, l'Antico e il Nuovo. Infatti che egli sia, in certo qual modo, un limite lo dichiara lo stesso Signore quando afferma: «La Legge e i Profeti fino a Giovanni» (Lc 16, 16). Rappresenta dunque in sé la parte dell'Antico e l'annunzio del Nuovo. Infatti, per quanto riguarda l'Antico, nasce da due vecchi. Per quanto riguarda il Nuovo, viene proclamato profeta già nel grembo della madre. Prima ancora di nascere, Giovanni esultò nel seno della madre all'arrivo di Maria. Già da allora aveva avuto la nomina, prima di venire alla luce. Viene indicato già di chi sarà precursore, prima ancora di essere da lui visto. Questi sono fatti divini che sorpassano i limiti della pochezza umana. Infine nasce, riceve il nome, si scioglie la lingua del padre. Basta riferire l'accaduto per spiegare l'immagine della realtà.
    Zaccaria tace e perde la voce fino alla nascita di Giovanni, precursore del Signore, e solo allora riacquista la parola. Che cosa significa il silenzio di Zaccaria se non la profezia non ben definita, e prima della predicazione di Cristo ancora oscura? Si fa manifesta alla sua venuta. Diventa chiara quando sta per arrivare il preannunziato. Il dischiudersi della favella di Zaccaria alla nascita di Giovanni è lo stesso che lo scindersi del velo nella passione di Cristo. Se Giovanni avesse annunziato se stesso, non avrebbe aperto la bocca a Zaccaria. Si scioglie la lingua perché nasce la voce. 





AVVISO AI PARROCCHIANI: La Santa Messa di Domenica delle ore 18.30 non sarà celebrata perchè il Parroco è impegnato nella Beatificazione di Don Mariano Arciero a Contursi Terme.

martedì 19 giugno 2012

BEATIFICAZIONE DI DON MARIANO ARCIERO

Domenica 24 Giugno, alle ore 18.00, in  Contursi Terme ci sarà la Beatificazione di Don Mariano Arciero, santo sacerdote di quella terra che si è distinto nell'attività pastorale nel diciottesimo secolo.
Tutta la nostra Arcidiocesi, e anche la nostra Forania, sarà concentrata a Contursi Terme per l'importante evento.

Due avvisi ai nostri parrocchiani:
i) la Santa Messa delle ore 18.00 di Domenica 24 Giugno non sarà celebrata, in quanto il Parroco è impegnato nella Beatificazione a Contursi Terme;
ii) per chi dei nostri parrocchiani volesse partecipare al rito della Beatificazione, Don Luigi ha a disposizione qualche decina di pass per i posti riservati, dovete chiedere a lui come fare per ottenerli.




mercoledì 13 giugno 2012

FESTA DEL SACRO CUORE

Venerdi 15 Giugno, Festa del Sacro Cuore di Gesù, in Chiesa Madre, ci sarà l'Adorazione Eucaristica per tutta la giornata. L'Adorazione inizierà la mattina alle ore nove. La Santa Messa sarà celebrata alle ore 18.30



lunedì 11 giugno 2012

FESTA DI SANT'ANTONIO DI PADOVA

La  Statua Restaurata di S.Antonio della  nostra Parrocchia
"Carissimi,
anche quest'anno accogliamo con fiducia ed entusiasmo l'invito di Sant'Antonio di Padova a camminare nelle vie del Vangelo. Il Santo Padre, Benedetto XVI, ci offre come occasione propizia, l'ANNO DELLA FEDE, che sarà stimolo propizio per rinnovare la nostra vita.
In questa luce vivremo cosi il giorno di festa:

Giorno 13 Giugno, mercoledi:
ore 10.00: Santa Messa in onore del Santo con Benedizione del pane
ore 18.30: Santa Messa Solenne in onore del Santo con benedizione della statua restaurata
ore 19.30: Processione del Santo per le strade del Paese

                                                                              Vi Benedico con affetto
                                                                                       Il Parroco
                                                                                Don Luigi Piccolo                 

sabato 9 giugno 2012

SOLENNITA' DEL CORPUS DOMINI

Cappella del Santissimo Sacramento - Chiesa Madre di Oliveto Citra
Dal Vangelo secondo Marco:
Il primo giorno degli Àzzimi, quando si immolava la Pasqua, i discepoli dissero a Gesù: «Dove vuoi che andiamo a preparare, perché tu possa mangiare la Pasqua?». 
Allora mandò due dei suoi discepoli, dicendo loro: «Andate in città e vi verrà incontro un uomo con una brocca d’acqua; seguitelo. Là dove entrerà, dite al padrone di casa: “Il Maestro dice: Dov’è la mia stanza, in cui io possa mangiare la Pasqua con i miei discepoli?”. Egli vi mostrerà al piano superiore una grande sala, arredata e già pronta; lì preparate la cena per noi». 
I discepoli andarono e, entrati in città, trovarono come aveva detto loro e prepararono la Pasqua.
Mentre mangiavano, prese il pane e recitò la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: «Prendete, questo è il mio corpo». Poi prese un calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. E disse loro: «Questo è il mio sangue dell’alleanza, che è versato per molti. In verità io vi dico che non berrò mai più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo, nel regno di Dio».
Dopo aver cantato l’inno, uscirono verso il monte degli Ulivi.




ORARIO CELEBRAZIONI:
ore   9.00: Celebrazione Eucaristica
ore 11.00: Celebrazione Eucaristica
ore 18.00: Celebrazione Eucaristica cui segue Solenne Processione per le vie del Paese con il Santissimo Sacramento.

lunedì 28 maggio 2012

VISITAZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA



GIOVEDI 31 MAGGIO, ALLE ORE 20.00, NELL'OASI PARROCCHIALE Celebrazione Eucaristica a conclusione del Mese Mariano, nel giorno della Festa della Visitazione della Beata Vergine Maria. Al termine breve processione con l'effige della Madonna di Fatima.
Durante la Santa Messa ci sarà una benedizione particolare per tutte le mamme presenti.

sabato 26 maggio 2012

DOMENICA DI PENTECOSTE

Il Vangelo della Domenica
Discesa dello Spirito Santo - Chiesa Madre di Oliveto Citra


Dal Vangelo secondo Giovanni:In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 
«Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.
Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».



Breve riflessione: dal trattato «Contro le eresie» di sant'Ireneo, vescovo:
    Il Signore concedendo ai discepoli il potere di far nascere gli uomini in Dio, diceva loro: «Andate, ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo».
    È questo lo Spirito che, per mezzo dei profeti, il Signore promise di effondere negli ultimi tempi sui suoi servi e sulle sue serve, perché ricevessero il dono della profezia. Perciò esso discese anche sul Figlio di Dio, divenuto figlio dell'uomo, abituandosi con lui a dimorare nel genere umano, a riposare tra gli uomini e ad abitare nelle creature di Dio, operando in essi la volontà del Padre e rinnovandoli dall'uomo vecchio alla novità di Cristo.
    Luca narra che questo Spirito, dopo l'ascensione del Signore, venne sui discepoli nella Pentecoste con la volontà e il potere di introdurre tutte le nazioni alla vita e alla rivelazione del Nuovo Testamento. Sarebbero così diventate un mirabile coro per intonare l'inno di lode a Dio in perfetto accordo, perché lo Spirito Santo avrebbe annullato le distanze, eliminato le stonature e trasformato il consesso dei popoli in una primizia da offrire a Dio.
    Perciò il Signore promise di mandare lui stesso il Paràclito per renderci graditi a Dio.
        Lo Spirito di Dio discese sopra il Signore come Spirito di sapienza e di intelligenza, Spirito di consiglio e di fortezza, Spirito di scienza e di pietà, Spirito del timore di Dio.
    Il Signore poi a sua volta diede questo Spirito alla Chiesa, mandando dal cielo il Paràclito su tutta la terra, da dove, come disse egli stesso, il diavolo fu cacciato come folgore cadente. Perciò è necessaria a noi la rugiada di Dio, perché non abbiamo a bruciare e a diventare infruttuosi e, là dove troviamo l'accusatore, possiamo avere anche l'avvocato.
    Il Signore affida allo Spirito Santo quell'uomo incappato nei ladri, cioè noi. Sente pietà di noi e ci fascia le ferite, e dà i due denari con l'immagine del re. Così imprimendo nel nostro spirito, per opera dello Spirito Santo, l'immagine e l'iscrizione del Padre e del Figlio, fa fruttificare in noi i talenti affidatici perché li restituiamo poi moltiplicati al Signore.

sabato 19 maggio 2012

ASCENSIONE DEL SIGNORE

Il Vangelo della Domenica

Andrea Mantegna - Ascensione



Dal Vangelo secondo Marco:
In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».
Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. 
Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.



Breve riflessione: dai <> di S.Agostino, vescovo:
Oggi nostro Signore Gesù Cristo è asceso al cielo. Con lui salga pure il nostro cuore.
    Ascoltiamo l'apostolo Paolo che proclama: «Se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove si trova Cristo assiso alla destra di Dio. Pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra» (Col 3, 1-2). Come egli è asceso e non si è allontanato da noi, così anche noi già siamo lassù con lui, benché nel nostro corpo non si sia ancora avverato ciò che ci è promesso.

  Perché allora anche noi non fatichiamo su questa terra, in maniera da riposare già con Cristo in cielo, noi che siamo uniti al nostro Salvatore attraverso la fede, la speranza e la carità? Cristo, infatti, pur trovandosi lassù, resta ancora con noi. E noi, similmente, pur dimorando quaggiù, siamo già con lui. E Cristo può assumere questo comportamento in forza della sua divinità e onnipotenza. A noi, invece, è possibile, non perché siamo esseri divini, ma per l'amore che nutriamo per lui. Egli non abbandonò il cielo, discendendo fino a noi; e nemmeno si è allontanato da noi, quando di nuovo è salito al cielo. Infatti egli stesso dà testimonianza di trovarsi lassù mentre era qui in terra: Nessuno è mai salito al cielo fuorché colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell'uomo, che è in cielo.
Perciò egli è disceso dal cielo per la sua misericordia e non è salito se non lui, mentre noi unicamente per grazia siamo saliti in lui. E così non discese se non Cristo e non è salito se non Cristo. Questo non perché la dignità del capo sia confusa nel corpo, ma perché l'unità del corpo non sia separata dal capo.


Nella Santa Messa delle ore 11 saranno celebrate le Prime Comunioni.

giovedì 17 maggio 2012

NOVENA A SAN MACARIO ABATE

- Basilica Vaticana - San Macario Abate all'Altare della Cattedra 



Nella Santa Messa Vespertina delle ore 18.30, è celebrata la Novena al nostro Santo Patrono.
Dato che siamo nell'imminenza della Sua Festa, riavviciniamoci a San Macario con profonda fede e devozione, proprio adesso che lo abbiamo omaggiato con la visita a Benedetto XVI dello scorso 2 Maggio.

SESTO INCONTRO PASTORALE GIOVANILE

Locandina_Scuola_della_Parola_sito
Giovedi 17 Maggio, ore 20.00: sesto incontro per i giovani della Forania nella Chiesa di S.Macario in Ponte Oliveto. Tutti i giovani sono invitati a partecipare.

venerdì 11 maggio 2012

AVVISO

Per tutti quelli che non sono stati presenti al pellegrinaggio del nostro Patrono San Macario al cospetto del Papa Benedetto XVI, nella pagina del sito dedicata a San Macario ci sono le foto della giornata, quelle dell'Udienza la mattina in piazza san Pietro, e la Santa Messa celebrata dal Parroco all'Altare della Cattedra.
Le foto della benedizione del Busto Argenteo da parte del Santo Padre potete trovarle sul sito photovat.com.
Il video integrale dell'Udienza potete trovarlo a questo indirizzo: www.vatican.va.

venerdì 4 maggio 2012

SAN MACARIO IN PIAZZA SAN PIETRO - 2 MAGGIO 2012

S.Macario Abate all'Altare della Cattedra
Il Santo Padre Benedetto XVI all'Udienza del 2 Maggio

Pellegrini di Oliveto Citra in piazza san Pietro

Pellegrini di Oliveto Citra in piazza san Pietro

Il coro "S.Gerardo Maiella" della nostra Parrocchia durante la Celebrazione Eucaristica  all'Altare della Cattedra


L'intero gruppo di pellegrini di Oliveto Citra all'Altare della Cattedra


Il Parroco Don Luigi Piccolo, il Sindaco Italo Lullo, e il Busto Argenteo di S.Macario all'Altare della Cattedra

lunedì 30 aprile 2012

SAN MACARIO IN PIAZZA SAN PIETRO - 2 MAGGIO 2012

Busto Argenteo di San Macario Abate che sarà benedetto dal  Santo Padre




 
MERCOLEDI 2 MAGGIO, un evento di portata storica coinvolgerà la nostra comunità. 
SAN MACARIO ABATE, nostro Santo Patrono, protettore da più di mille anni del nostro paese, sarà al cospetto del Santo Padre Benedetto XVI.
Nell'Udienza Generale, Sua Santità benedirà la sacra effige del nostro amato Patrono.
Un evento unico nell'intera storia di Oliveto Citra che rimarrà come pietra miliare nella storia del paese. 
Dopo la visita al Santo Padre del 1 Dicembre 2010, nella quale la Madonna della Consolazione fu al cospetto di Benedetto XVI, la comunità si stringe al Santo Padre con il suo più illustre cittadino San Macario Abate.
Essendo molto grande piazza San Pietro,  si raccomanda la massima puntualtà per assistere più da vicino alla funzione (per la nostra Parrocchia sono stati conservati i posti nel settore riservato).


ORARIO CELEBRAZIONI:
Mercoledi 2 Maggio:
ore 10.30 - Piazza San Pietro: Udienza Generale di Benedetto XVI, al termine il Santo Padre benedirà il busto argenteo del nostro Patrono.
ore 17.00 - Basilica Vaticana: Celebrazione Eucaristica all'Altare della Cattedra presieduta dla Parroco Don Luigi Piccolo.





Piccolo Reliquiario ricavato nel Busto Argenteo 






venerdì 27 aprile 2012

SAN BERNARDINO DA SIENA IN IRPINIA


  

Il corpo di S.Bernardino da Siena  in queste ore si trova in Irpinia.
In particolare, per chi volesse visitare i resti mortali di questo grande santo, fino alle ore 16.30 sarà presente nella Chiesa di S.Rocco a Lioni.
Dalle ore 17.00 muoverà presso Montella, dove nella sola giornata di domani resterà nel Convento di S.Francesco a Folloni.

domenica 22 aprile 2012

INCONTRO DEI GIOVANI DELLA PARROCCHIA CON MONS. LUIGI MORETTI

Martedi 24 Aprile, alle ore 18.00, nell'Auditorium del centro per l'impiego (di fronte al campo sportivo), l'Arcivescovo della nostra Diocesi, Mons. Luigi Moretti, avrà un incontro con tutti i giovani della nostra Parrocchia. Il Vescovo risponderà alle domande dei giovani su tutti i problemi, sia religiosi che sociali che interessano i ragazzi di oggi.
Tutti i giovani sono invitati a questo importante evento.

martedì 17 aprile 2012

QUINTO INCONTRO PASTORALE GIOVANILE

Locandina_Scuola_della_Parola_sito
Giovedi 19 Aprile, ore 20.30: quinto incontro per i giovani della Forania nella Chiesa di S.Macario in Ponte Oliveto. Tutti i giovani sono invitati a partecipare.

sabato 7 aprile 2012

RESURREXIT SICUT DIXIT - E' RISORTO COME HA DETTO

Annibale Carracci - La Resurrezione di Cristo




LETTERA DEL PARROCO PER LA SANTA PASQUA:
Cari fratelli e sorelle, 
siamo giunti alla conclusione del percorso quaresimale, e abbiamo celebrato il Triduo con una grande partecipazione di fedeli. Quest'anno la preghiera che abbiamo rivolto nelle celebrazioni del Triduo, è rivolta alla famiglia. La "cellula fondamentale" della nostra società che spesso è vittima di abusi e teatro di violenze. Abbiamo pregato, e continueremo a farlo, perchè il ruolo della famiglia si rafforzi e diventi protagonista nella vita sociale.
Ci rifacciamo alle parole del vescovo  don Tonino Bello:


" Dio si serve della famiglia come di un sacramento, un luogo, cioè, dove si anticipa nei segni la comunione completa, esaustiva, che è quella trinitaria. Il compito della famiglia cristiana è quello di camminare nella storia come icona della Trinità. La famiglia è stata pensata da Dio come immagine della Trinità. Deve viverne, perciò, la logica di comunione, la quale, costituisce il filo rosso che deve attraversare tutto il suo impegno. Sicchè deve costantemente ritrarre con la sua vita il mistero trinitario. 
La famiglia non è stata pensata come immagine neutra della Trinità, da incorniciare o da chiudere nell'album, ma come immagine provocante: che provoca, cioè, gli uomini alla comunione, alla pace, alla convivialità delle differenze. 
Se la famiglia è un linguaggio parabolico di Dio, essa ha l'obbligo di trasmettere al mondo il messaggio che le è stato affidato."


Da queste parole di speranza parte la "corsa per il premio celeste", in modo che la nascita dell'Uomo nuovo sia in tutti noi. 
Un augurio sincero di una Santa Pasqua a voi tutti, il vostro Parroco vi segue costantemente con la preghiera.
VI BENEDICO TUTTI.


                                                                                  Don Luigi Piccolo